Tendenze proptech nel 2018

Il settore immobiliare mai come oggi è oggetto di numerose innovazioni tecnologiche grazie a tutte le startup che si stanno dedicando a quello che è stato definito “proptech”, come fusione delle parole property (proprietà) e technology (tecnologia). Questo termine fa riferimento a tutte quelle imprese e a tutte le tecnologie che permettono l’incontro e la creazione di soluzioni digitali con un focus specifico nel settore immobiliare.
Housers è una proptech, perché come piattaforma tecnologica rappresenta una rivoluzione che rende accessibile a tutti i rendimenti del settore immobiliare.

Di seguito trovi alcuni dei trend che riguardano le tecnologie applicate al settore real estate, alcune delle quali sono o saranno implementate da Housers nel corso del 2018:

1) Tecnologia Blockchain

La tecnologia blockchain è in grado di rivoluzionare le transazioni immobiliari in quanto mantiene un registro delle transazioni vincolante e completamente indistruttibile, che elimina del tutto le terze parti. Si tratta di una tecnologia che aiuta il settore finanziario e di conseguenza l’investimento immobiliare ad essere più trasparente e facilmente tracciabile.
Housers ha in programma di portare il “mattone sulla blockchain”, quando i dati e le transazioni saranno crittografate utilizzando la tecnologia blockchain, in modo da rendere la piattaforma più robusta e sicura.

2) Internet of Things (IoT)

Internet of Things è letteralmente l’internet delle cose, che applicato al settore immobiliare può essere considerato come qualsiasi oggetto presente in una proprietà immobiliare con caratteristiche di intelligenza artificiale. Si tratta ad esempio di elettrodomestici che consentono un controllo da remoto, sono quindi oggetti interconnessi.

Ad esempio nell’opportunità “La Boladilla Village” a Marbella verranno introdotte numerose innovazioni tecnologiche come presentato in questo video:

3) Geolocalizzazione

Attraverso la tecnologia oggi, la localizzazione e la mappatura degli edifici diventano sempre più avanzate. Le mappe non sono più solo mappe. Gli indirizzi ora comprendono un elenco di dati e attributi, come le tipologie di edifici, i valori di vendita, i rischi naturali e i punti di interesse.

4) Droni e realtà aumentata e virtuale

Uno dei principali strumenti per i promotori e i portali immobiliari è l’utilizzo dei droni per la fotografia panoramica. L’ampia varietà di dispositivi per la realtà aumentata rende disponibile ai compratori degli immobili di essere virtualmente trasportati nelle proprietà dei loro sogni ancora prima che vengano costruite.

5) BIGDATA

I BIGDATA rappresentano l’insieme delle tecnologie e delle metodologie di analisi di dati massivi. Più dati le aziende riescono ad accumulare riguardo ai profili dei propri clienti più consapevoli saranno le decisioni nell’approcciare la potenziale clientela. Housers si avvale di strumenti di BIGDATA per l’analisi dell’andamento dei prezzi degli immobili nelle varie città in cui opera, anche grazie UDA, che unisce la geolocalizzazione alle tecnologie BIGDATA.

 

[Rielaborazione dell’articolo “Le 7 tendenze “proptech” del 2018″ di Fintastico]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*