Housers Green

Housers Green è l’ultimo approccio di Housers, lanciato con l’obbiettivo di permettere ai nostri investitori di accedere al mondo delle energie rinnovabili, con l’aiuto di un brand fidato e consolidato. Così, le alternative di investimento aumentano e diventano anche più attrattive.

I progetti di Housers Green si concentreranno sulla costruzione di giardini solari, come impianti fotovoltaici o parchi eolici, permettendo così agli investitori di investire nella costruzione di strutture, così come nello sfruttamento e alla gestione delle stesse.

Così come facciamo per la selezione dei nostri progetti immobiliari, analizzando tutti i potenziali rischi, anche Housers Green utilizzerà lo stesso approccio prima di presentare i propri progetti agli investitori. Questi, infatti, potranno iniziare ad investire utilizzando il loro account Housers e, sempre mediante la piattaforma.

Housers si sta muovendo verso un settore in vera e propria espansione. Si tratta di un settore con alta domanda, efficiente, grazie ai grossi vantaggi tecnologici che permettono la possibilità di effettuare investimenti sicuri a lungo termine e, etico.

Infine, Housers Green combina l’utile () con un impatto positivo per la società.

Juan Antonio Balcázar, CEO di Housers, spiega: “Abbiamo deciso di lanciare Housers Green per dare ai nostri investitori nuove alternative di investimento, che siano allo stesso tempo legate all’energia rinnovabile. Cerchiamo sempre di pubblicare i migliori progetti per permettere ai nostri investitori il massimo rendimento. Inoltre, vogliamo metterci del nostro, seppur piccolo, contributo per avere un mondo migliore e pulito”.

Un settore in forte espansione in Italia

Le rinnovabili in Italia proseguono la loro crescita, dopo aver superato gli obiettivi europei al 2020 in materia di consumi energetici coperti da fonti verdi (settori elettrico, termico e trasporti) ha raggiunto, nel 2018, il 18,1% del fabbisogno energetico totale da rinnovabili e il 34,4% di consumi di energia elettrica coperti da impianti di produzione a fonti rinnovabili. Ogni 10 kilowattora prodotti in Italia, più di 3 sono “green”.

Complessivamente nel 2018 le attività del Gse hanno consentito di destinare alla promozione della sostenibilità circa 15,4 miliardi di euro, di cui 11,6 miliardi per l’incentivazione dell’energia elettrica da fonti rinnovabili, 1,7 miliardi ascrivibili all’efficienza energetica e alle rinnovabili termiche, 600 milioni relativi ai biocarburanti e 1,4 miliardi riconducibili ai proventi derivanti dall’Ets (Emission Trading Scheme), il sistema di scambio di quote di emissioni di gas serra della Ue.